Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



venerdì, dicembre 23, 2005

Le cose che si scoprono avendo una connessione internet: sto con una figa!


Era il capodanno di quasi due capodanni fa.
Mi successe una cosa strana, che poi non era proprio una cosa strana, ma visto tutto quello che è capitato dopo mi piace pensare che sia così.
Una cosa strana, dicevo: ho conosciuto una ragazza ad una festa.
Una ragazza alta, con delle gambe bellissime e lunghe ed un viso strano ma accattivante.
L'ho conosciuta quella sera, anche se ci eravamo scritti qualche volta ed avevamo vecchi amici in comune e due blog aperti più o meno in contemporanea.
Mal vestito e poco visitato il mio.
Ben vestito e molto visitato il suo.
Pure troppo, per i miei gusti.

Comunque, passammo quella serata bevendo, chiacchierando, ballando e bevendo di nuovo. Tanto.
Uscimmo da quel locale uno vicino all'altro, ma con gli occhi a cuoricino per due altri avventori della stessa festa.
O meglio: i miei erano a cuoricino, i suoi non so. Ché di occhi da guardare avevo scelto altri e mi ricordavo meglio quelli.
Passa qualche settimana e poi un mese quasi due. Io e la ragazza con le gambe come un'autostrada ci troviamo nello stesso locale a guardare la stessa band con lo stesso abbigliamento da lottatori di Wrestling.
Sono passati circa due anni e gli incontri saltuari son diventati abituali.
Tipo che avvengono tra la cucina e il bagno. Dentro e fuori la camera da letto.
Hanno a che fare con bollette da pagare, scelte da fare e momenti belli e brutti che preferisco tenere per me, perché in fondo in fondo sono un timido e questo post lo sto scrivendo con le mani coperte dalle maniche della felpa.

La ragazza con il viso strano ma accattivante nel frattempo ha cambiato lavoro.
Si è trovata davanti una telecamera, una sera che era stata licenziata ed aveva il trucco sfatto, e non ha più smesso di finirci davanti.
Dovevano essere un paio di volte a settimana, ma prima di fare la prova generale sono diventati cinque giorni su sette.
Per quattro ore e mezza al giorno.
In diretta.

Questa sera mi arriva una mail di un amico: quelli del Club dei Pipparoli, tipo il club di Topolino con la differenza che ci si accede in base ai calli sulle mani, hanno aperto un thread sulla ragazza molto alta che vive con me.
Si scambiano frammenti video della trasmissione e commentano.
"Non ha un bellissimo viso ma ha delle cosce da svenimento".
E giù smile sbavanti, motti di adorazione ed esclamazioni da caserma di periferia.

Il mio amico dice che gli fa strano leggere cose del genere su una persona che conosce.
Io dico che mi fa una cosa che non riesco a capire. Un po' c'entra con il ridere, un po' con il fatto che sono italiano/baffonero/pizza/mandolino/mamma e quindi parecchio geloso.
Parecchio c'entra con il fatto che tutto ciò riguarda la persona che vedo lamentarsi per la cellulite davanti allo specchio e che fino a ieri era di moda additare come "cesso".
Altrimenti il club dei blogger yeah yeah ti cacciava via e prendeva al tuo posto aristidepomponazzi.blogminchia.com.

Insomma: vivo con un sex symbol. Sono come Pete Doherty ma senza la pipetta per il crack, ed un video in rotazione su Mtv.

Leggendo attentamente quel thread scopro un termine nuovo: upskirt.
Conoscevo già fisting, bondage, rimming... ma upskirt no.
Praticamente pare si tratti del collezionare fotogrammi in cui si vedono le mutande della persona oggetto delle riprese.
Registrano video, li montano, li editano, zummano, stringono, dotto, mammolo e cucciolo.
Ed io brontolo.

Il cassetto delle mutande upskirtate (occhio al neologismo, il mese prossimo potreste trovarlo sotto una recensione di Rolling Stone) è, guarda caso, proprio sopra quello delle mie.
Ce ne sono di diverse forme e colori.
Parecchie di Pompea, di tipo normalissimo, parecchie carine e spiritose (tipo con le stelline e la scritta Dreams), ma insomma, non proprio il massimo del "pauvcino spinto" (dicesi "pauvcina spinta" una cosa sexy e pure un po' di più).
Certo, ci sono anche quelle da giro sotto la curva, lancio della maglietta ed hola della folla, ma vi giuro non sono tantissime. Anche se valgono la pena.
Anche se se le mette col contagocce perché: "Sono scomode, mica posso metterle per stare tutto un giorno in giro e poi, se proprio ti piacciono i tanga potresti mettertene uno anche tu".
Tutte motivazioni valide e che non mi sento in grado di controbattere.
E poi il tanga non mi sta un granché bene.
Non come la guépiere, almeno.

Non mi sembra poi una cosa così brutta, condividere i segreti del "cassetto dell'intimo" della mia fidanzata, a patto che anche tutti gli upskirtatori (Rolling... segna!) si becchino: quelle giornate un po' così in cui le cose che fanno "una donna più donna" rendono tutto più difficile;
quei giorni in cui è tutto un ringhiare su
  • i piatti che non ho lavato.
  • i panni che non ho steso dalla lavatrice
  • le volte che dovevo dire "prisencolinesenainciuso" ed invece ho detto "azzurro"
  • quelle in cui dovevo dire "azzurro" ed invece ho detto "zuzzurro"
Le volte in cui il malumore ha la meglio su tutto il resto ed il massimo del sexy è rappresentato da una vestaglia di spugna con i coniglietti e, quando va bene, un paio di pantaloni della tuta

Ecco, cari miei, beccatevi tutto questo e poi, forse, una mutanda ve la regalo pure.
Pensandoci bene, potrebbe anche diventare un business.

12 Comments:

Blogger Lorenzo said...

vabbè..ma chi sarebbe sta figa?

11:23 AM  
Blogger colas said...

"lorenzo": Gegia

12:32 PM  
Anonymous Gegia said...

Non è spugna, è pile!
E ci sono anche i gattini e i cagnolini, oltre ai coniglietti.

3:32 PM  
Anonymous disorder said...

Ahahah!! post micidiale, ma anche (si può dire?) tenero, nonostante il tuo giusto pudore. Certo dev'essere una situazione surreale, specie vissuta da te,ma l'hai presa nel modo giusto mi sembra..(Firmato: lettore non-guardone che legge la suddetta signorina "upskirtata" forse da quando ancora non la conoscevi...ma merita anche il tuo di blog, lasciatelo dire. Ah, e auguri)

8:15 PM  
Anonymous disorder said...

Ah, poi già che ormai sono un ex-lurker (del tuo blog, NON di mutandine!!!), una domanda: puoi illuminarmi sul significato del misterioso sottotitolo-calembour "Violento Placido" che vedo da un po'?

8:19 PM  
Blogger carlo said...

tolte le mutandine, tolto il problema upskirt :) buon natale ad entrambi

12:47 AM  
Anonymous Larvotto said...

Sei un ragazzo molto fortunato :o)

7:17 PM  
Anonymous colas said...

Perchè m'hanno regalato un sogno?

Carlo, buon natale anche a te.

Disorder: mettiamola così, ho una passione sperticata per gli ossimori.
Grazie mille comunque.

1:27 PM  
Anonymous pl2 said...

questo amico che ti segnala queste cose deve essere un eroe: passare ore a sbirciare forum porno per tenere sotto controllo le uscite stampa di amiche e conoscenti, un lavoraccio...

4:16 PM  
Anonymous marcel said...

Come diceva la governante di Proust a Combrai: "se il cul di un cane preni ad amare/una rosa ti pare"

8:57 PM  
Blogger colas said...

Come disse Garibaldi nella valle: attento alle palle!

Caro Marcel, ad amare il culo di un cane sono tipo 20 persone su un sito internet. è di questo che parlava il post

11:02 AM  
Anonymous Gegia said...

E come disse Santippe: "Meglio una scopata che diecimila pippe."

11:55 AM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale