Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



martedì, marzo 28, 2006

1956 - 2006


Un anno fa, o poco più, avrei dovuto trascorrere un'ora con lui.
In un pub.
Avremmo parlato di rock and roll, di Swell Maps, di quanto i Pavement e i Sonic Youth avrebbero dovuto innalzargli un monumento, di come si cade e di come ci si rialza.
Di una vita passata a convivere con la definizione seminale. Vedersela appiccicata ovunque, come un cartellino per il prezzo. Uno di quelli che trovavi anche su i suoi dischi.
Prima seminali anch'essi. Poi solo onesti.
Ma comunque degni di rispetto.
Ci saremmo anche scolati qualche pinta di birra. Probabilmente finendo per chiacchierare di cosa si prova a salire e scendere dal palco, del farlo da una vita, di caricare e scaricare il furgone, macinare chilometri e passare notti insonni. Di rimettersi in pista come uno sbarbatello qualsiasi e rifare da capo la gavetta. A quasi cinquant'anni.

Purtroppo non è successo. Altri impegni mi hanno spinto altrove.
Ho sempre pensato però che prima o poi quest'opportunità mi sarebbe stata data di nuovo.
Vista anche la sua seconda giovinezza.
Non succederà più.
Nikki Sudden è morto ieri. O forse domenica.
Era un grande. Ma questo credo che non sia io a doverlo dire.

(Se qualcuno si stesse chiedendo cosa diavolo fossero gli Swell Maps, qui c'è un video che spiega come la cosa migliore da fare sia uscire di casa e comprare un disco.)

4 Comments:

Anonymous Anonimo said...

ci rimasi male quando morì Epic Soundtracks, ci rimango male anche ora.

gae

1:50 PM  
Anonymous Anonimo said...

questo post senza commenti è troppo triste

1:52 PM  
Anonymous manuel said...

notizia proprio triste...saluti a Nikki...

9:12 PM  
Anonymous andrea d. said...

Ho conosciuto Nikki a Milano negli Anni Ottanta. Non molti forse lo ricordano, ma incise un disco acustico per una oscura e preziosa label milanese, la Crazy Mannequin. Ho copiato i suoi stivali, le sue sciarpette, i suoi pantaloni di pelle.
é stato lo-fi prima del lo-fi. nel 2000, all'ultimo giro di waltzer della lira, i suoi dischi storici si vendevano forati a 3000 lire. hai ricordato giustamente gli Swell Maps. Mi piace rammentare anche i concerti di Jacobites e French Revolution. Era consapevole di essere l'ultimo esemplare di una specie. A ogni primavera mi ricordavo di lui, delle sue ballatone sature di elettricità, del suo folk blues crudo, sporcato di poesia di strada.
Era e resta la colonna sonora epica di qualcosa che irrimediabilmente se ne va.

1:00 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale