Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



domenica, agosto 27, 2006

Mondi lontanissimi ed uguali...

Ho sempre provato invidia per quelli che "trovavano i quadrifogli".
Fin da quando ero bambino.
Ero Paolino come Paperino, e venivo regolarmente steso dai colpi bassi che una nutrita schiera di Gastone senza piume riusciva agilmente ad infierirmi.
Ho ventisette anni e non ho mai trovato un quadrifoglio.
Non ancora.
Quando ero molto piccolo, per mascherare la frustrazione, ho addirittura provato ad attaccare la foglia mancante ad un trifoglio.
Ero patetico, lo so, e forse lo sono ancora adesso.
E' che non è affatto facile riuscire a scovare i quadrifogli.
Occorre avere una specie di terzo occhio, la capacità di guardare in mezzo a cose tutte invariabilmente uguali e scorgerne le diversità.
Soffermarsi sui particolari, ma senza soffermarsi mai realmente.
Un vero e proprio dono.

"Incontri a metà strada" è il nuovo disco di Riccardo Sinigallia.
E' uscito piuttosto in sordina verso la fine di giugno, ed è un quadrifoglio.
Uno di quelli verde scuro e con le foglie belle grosse. Per essere precisi.
E proprio come la pianta, ad un primo ascolto sembra essere apparentemente uguale a tutti gli altri.
Con quel modo di cantare che "oh, ma a Roma lo fanno solo così?", come aveva spiegato bene lui quando ancora era un altro, e quel pianoforte sempre sporco, appoggiato alla voce ed affogato in una nebbia di suoni scuri e foschi anche quando le canzoni sembrano aprirsi.
Eppure basta piegarsi solo un po' ed abbassare la testa verso "l'enorme macchia verde" per scorgere tra il tessuto tutto uguale delle foglie quelle piccole disparità che lo distinguono dalla massa e lo rendono speciale. Unico, quasi.

Per i testi, in primis, meno acerbi di quelli dell'esordio e più simili ad una sorta di diario di bordo in versi. Più istintivi che poetici e che sembrano fare riferimento ad un periodo di cambiamento e rinascita. Ad una luce ritrovata proprio alla fine del buio.
Una nuova vita con nuove responsabilità e nuovi rischi da prendere.
Una serenità che non ha niente a che vedere con l'immobilismo e che si riflette pienamente anche nelle canzoni.
Molto meno tese a "dimostrare di valere qualcosa", a cercare di stupire con gli arrangiamenti (sempre assolutamente impeccabili) e con la produzione.
Molto più concrete nell'assecondare ed esaltare la melodia. Con la voce finalmente matura che osa qualcosa in più del sussurro e che quando va in alto gratta e graffia pur restando sempre tenue. Dolce di rudezza battistiana.

E sarà per colpa dell'estate che finisce e che sto diventanto grande (lo sai che non mi va), ma era proprio quello che ci voleva.
Un quadrifoglio tirato su da terra e messo dentro un libro, a fare compagnia alle pagine che girano e alle cose che cambiano. Anche quelle che non ti saresti mai aspettato.
Di nuovo.

"E un’altra notte che nasconde le macchie
Un’altra notte che copre le spalle
Un’altra notte che segue le tracce
Un’altra notte che aspetta con me
Un’altra notte che gira le spalle
Un’altra notte che muore con me
Un’altra notte che ride con me
Un’altra notte che aspetta con me"



Riccardo Sinigallia - Il nostro fragile equilibrio.

7 Comments:

Anonymous Presidente said...

Pare che sarà uno degli ospiti della notte bianca ciociara (che mo è taaaanto cool ma che non serve a un cazzo), il 23 settembre, insieme a Mario Venuti e qualche altro.

2:01 AM  
Blogger sadpandas said...

Fetente.



;)

2:12 AM  
Blogger colas said...

le cose cool sono cool proprio perché non servono a un cazzo.
Però, se sono foriere di concerti gratis, ben vengano.

Massi: t'avevo dato una settimana...
:D

9:16 AM  
Anonymous Tasslehoff Burrfoot said...

scusate le canzoni cambiano ma i book fotografici?

possibile che abbia solo sta foto?

3:39 PM  
Anonymous sarak said...

Confermo con certezza la presenza di Sinigallia il 23 a Frosinone.
Nella piazzetta Cairoli, sotto il campanile.

5:16 PM  
Anonymous Anonimo said...

tra l'altro sarà l'anteprima del tour che Riccardo inizierà ad ottobre.
Bellissimo post.
Grazie.
Daniele

6:39 PM  
Anonymous sarak said...

Bene... appena saputo che il 23 e 24 sto fuori per lavoro...
PALLAMATONNA, ECCHECCAZZO!!!

3:11 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale