Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



domenica, settembre 24, 2006

Informazione sbagliata


Proprio nella settimana in cui si celebra la morte del Deejay Time e la fine reale degli anni '90, sbarca in rete "The Information". L'atteso nuovo album di Beck (nei negozi agli inizi di ottobre).
Se Albertino e la sua banda hanno rappresentato nel bene e nel male (nel male, nel male...) gli anni'90 del pop in Italia (musica dance becera e primi tentativi di hip hop tricolore),proiettando il tutto su scala internazionale lo stesso si può dire di Beck.
A conti fatti, il paragone non è così campato in aria come potrebbe sembrare: proprio il Deejay Time, in una delle sue (all'epoca) rare aperture ha contribuito in maniera sostanziale al lancio da queste parti di "Mellow Gold" (con Loser, ovviamente) e "Odelay" (Where It's At?).
Scavando più nel profondo si può arrivare a definire Beck, con il suo non-ho-inventato-niente-ho inventato-tutto, l'archetipo su due gambe di un certo modo di fare musica. L'alfiere di quel "passatismo futurista" che in un modo o nell'altro ha finito per condizionare tutta la musica del decennio passato ed influenzare in maniera evidente quello in corso (dai Chemical Brothers ai Junior Boys passando per "tendenze" come il bastard pop ed il crossover meno ordinario).
Se da un lato questo rappresenta senz'altro un motivo di vanto e un pregio, non si può negare che la posizione di "capostipite" abbia finito per diventare un limite.
Come se da ogni disco di Beck fosse lecito aspettarsi il colpo di genio, la "svolta", finendo per considerare "mestiere" e "calcolo" tutto quello che in realtà è onesto e, comunque, sempre di buona qualità.
Un po' come leggere ora il Dracula di Bram Stoker: ad una lettura superficiale appare come un'accozzaglia di stereotipi e luoghi comuni sui vampiri (aglio, croci, paletti di frassino e acqua santa, praticamente mezz'ora di una puntata di Buffy), salvo poi rendersi conto che è proprio da lì che questi stereotipi hanno assunto questa forma per la prima volta.

Per cui, com'è "The Information"?
Un disco di Beck, né più e né meno. Perfettamente nella scia del precedente.
Un altro tentativo di aggiornare il capitolo "Odelay" prescindendo dagli anni che passano e "le condizioni che cambiano".
Bei suoni, ottima produzione, ma senza guizzi.
Quelli che sarebbe lecito aspettarsi, ma che in fondo non si possono rincorrere all'infinito e cedono il passo alla noia.
Un disco che si lascia ascoltare ma non cattura mai, un po' come certi film comici su cui hai molto riso e di cui ormai conosci tutte le battute a memoria.
Un po' come certi programmi alla radio.

Beck - "The Information" (via SadPandas)

5 Comments:

Blogger sadpandas said...

Io -complice quasi secondo ascolto ultimato- ripeto e confermo:
"Bollito".
Che se c'aggiungi un po' di maionese forse finisci il piatto, ma mi sa che 'stavolta i miracoli di "Guerolito" ce li scordiamo.

12:44 PM  
Blogger sadpandas said...

p.s.
la copertina in compenso è sensazionale!

12:45 PM  
Anonymous countryfeedback said...

MMhh....allora mi sa che stavolta passo la mano.
Anche perchè il mio preferito di Beck è proprio l'unico che non c'entra niente col suo trademark.
Obviously, il Capolavoro SEA CHANGE.

9:59 PM  
Blogger colas said...

e Mutations?

1:47 PM  
Anonymous countryfeedback said...

Muy bueno Mutations (cioè, veramente a me piace quasi tutto di Beck, pure GUERO, anche se non ci sbavo), però SEA CHANGE è tutt'altra storia...
Secondo me.

11:58 AM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale