Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



venerdì, ottobre 06, 2006

Gli ultimi arrivati...



In Italia non li conosce nessuno. Quasi.
Eppure all'estero si comincia con prepotenza a parlare di loro.
Si chiamano Late Guest (at the Party), vengono da Rimini e si dice abbiano fatto perdere la testa addirittura a Steve Lamacq.
Volendo fare i rompicoglioni a tutti costi, e cercando di costringerli in una categoria tanto aleatoria quanto inutile, si può dire che fanno punk funk.
Sì, quella roba che andava tanto di moda tre anni fa e che con il tempo è diventata uno stilema di certa musica in bilico tra mainstream e underground.
Roba fighetta per fighetti. Insomma.

Il gioco sta nel non fossilizzarsi sulla prima impressione, guardare un poco oltre e rendersi conto di come sia quasi paradossale che un gruppo che ha dalla sua canzoni di questa levatura, una voce e una pronuncia inglese credibile quanto particolare (gli Xiu Xiu dell cassa in quattro?) e, soprattutto, il coraggio di non arroccarsi mai su un solo "suono" o genere, stia ancora "tra color che son sospesi", spediscono demo ed aspettano una chiamata da un'etichetta.
Sono bravi, bravi a tal punto che sarebbe un piacere trovare il loro nome tra quelli citati in post come questo o tra le pagine delle riviste che contano.

Ma tanto... è solo questione di tempo.

Ascolta: We Were Young
We Got Some Troubles

Visita: il MySpace dei Late Guest (at the Party)

6 Comments:

Anonymous Anonimo said...

In effetti sentivamo un po' tutti la mancanza della versione italica dei rapture.

10:04 AM  
Anonymous Anonimo said...

a me non sembrano così Rapture!

1:28 PM  
Blogger colas said...

Non ho mai detto che i Late Guest... siano gli inventori della musica moderna.
Sinceramente ho smesso a dodici anni di valutare quello che ascolto in base al somiglia a chi, somiglia a cosa.
In un gruppo come questo(pop) m'interessano la forza e la qualità delle canzoni, che secondo me sono molto alte, soprattutto in rapporto alla qualità media dei gruppi italiani unsigned.
Poi, nello specifico,secondo me non sono così Rapture.
Sicuramente hanno influenze comuni e che vanno più indietro.
Poi mi sembrano molto meno festaioli e più cupi.

2:24 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ah ! I Rapture! quelli di every breath you take!!!

Fighissimi!



Silvio Muccino

5:09 PM  
Anonymous Giuseppe said...

hahaha, in effetti gli ultimi rapture sembrano i police...questi che segnali colas invece non mi sembrano affatto male, bravi!

11:41 AM  
Blogger Enver said...

beh anche questi allora, restando in medesima zona musicale:

http://www.myspace.com/youngvictor

http://www.webalice.it/enverblog/mp3/Victor%20Young%20-%20Il%20tetris%20di%20Michele.mp3

9:00 AM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale