Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



lunedì, novembre 13, 2006

Leggere e capire le interviste. Le guide pratiche di [indiessolvenza]

Care amiche e cari amici di [indiessolvenza], benvenuti ad una nuova puntata di "Le guide pratiche".
Questa volta, dopo avervi spiegato come si scrive un testo di Ligabue e le cinque rapide mosse che servono per diventare Mondo Marcio, ci occuperemo delle interviste.
Quante volte leggendo su carta le parole di uno dei vostri beniamini vi siete chiesti cosa diavolo volessero dire?
Bene, da oggi non avrete più problemi. Grazie ad [indiessolvenza] riuscirete a leggere tra le righe, ma anche tra gli spazi, tra i punti e tutto il resto.

L'intervista che approfondiremo oggi è una tipica tra quelle realizzate da J Ax per la promozione del suo primo album solista.
Eh sì, J Ax. Il gran visir dei tamarri, il sex symbol dei Navigli, l'uomo che ha reso commerciale il rap in Italia con gli Articolo31.
Proprio quando tutti lo credevano alle prese con la stesura della sua seconda autobiografia (la prima "Nessuno", fu un caso editoriale. Un caso che sia uscita, una certezza che nessuno l'abbia comprata) dal titolo "L'importanza di chiamarsi come un deodorante", era in realtà chiuso in studio di registrazione.
Il frutto di tanto duro lavoro si chiama "Di sana pianta", il singolo che in questi giorni sta imperversando su tutte le radio della penisola è, invece, Ti amo ti ammazzo.
Una canzone poetica ("Sei un chicca che mi fotte la testa...") e musicalmente molto avanti.
La fusion tra Vasco Rossi e Tony Tammaro. In pratica.

Ma andiamo a bomba, analizzando l'intervista.

1) Perché "Di sana pianta"?
(J Ax)Prima di tutto è una sorta di scherzo per quelli che mi reputano collegato sempre alla "maria". Poi perchè provengo da una "sana pianta" in cui le radici sono belle fisse ed i rami vanno in altre direzioni.
Ovvero:
Tutti si ricordano di me perché andavo a cantare le canzoni sulle canne a Domenica In, per cui uscendo per la prima volta come solista non mi sembrava il caso di confondere il pubblico. Tanto alla fine qualche cazzata metafisica per giustificare questo titolo viene fuori sempre.

2)
A che punto questi rami hanno preso direzioni diverse?
(J Ax) Le radici sono cose che ascoltavo da ragazzino come la musica black, l'hip hop e il rock. Crescendo ho suonato con musicisti diversi, ho conosciuto, visto, girato, quindi tutto questo è rientrato nella mia ricerca. Anche di me stesso.
Ovvero:
Era un po' di tempo che con il rap non andavamo più da nessuna parte, abbiamo subito un crollo di vendite, in tv non c'invitavano più o c'invitavano poco... Poi un giorno ho visto un live degli Ska-P ed ho pensato: "quasi quasi mi metto dei dread posticci pure io. Dai che si svolta!"

3) Questo disco solista rappresenta la continuazione ideale di "Domani smetto", ma esce a nome tuo. E' stata una decisione comune prendersi una pausa dagli Articolo31?
(J Ax) Esatto, si tratta proprio di una pausa, anche se né io e né Jad sappiamo quando torneremo a fare dischi insieme. Dal mio punto di vista l'idea di far parte di un gruppo era pavida perché sono sempre stato il frontman e le cose che ho detto le scrivevo io. Essere in un gruppo per me era un modo per dividersi le colpe.
Ovvero:
Sì sì, una decisione comune, come no. Figurati se quel nano di Jad lasciava scappare la gallina dalle uova d'oro. E' che se fosse per lui staremo ancora a fare rap. L'hai sentito il suo disco?
Quello è pugliese ma si crede di New York! Già "Domani smetto" l'avevo fatto tutto io, ma poi dovevo dividere i soldi. Questa volta no. Prrrr.

4) Ora ti assumi le tue responsabilità!
(J Ax) Sì, al 100%! Posso rassicurare i fan degli Articolo31 che con "Di sana pianta" non mancherà a loro niente.
Ovvero:
Ancora? Sì, te l'ho detto che facevo tutto io e quello viveva di rendita. Più di così...

5) Ti amo ti ammazzo, i
l primo singolo, sta avendo un grosso successo. Pensi che rappresenti bene tutto il disco?
(J ax) All'inizio era un pezzo che diceva totalmente altre cose, poi un giorno ho litigato con la mia donna e ho scritto di getto delle rime tipo: "Il tuo ragazzo è pazzo". Certe cose che se uno può evita, ma in questo caso ci stavano dentro di brutto.
Ovvero:
Lo so che quella canzone ha delle rime un po' barzotte, ma m'è venuta così. E' che io vivo sto dramma, non puoi capire... la mia ragazza è una spaccacazzi ed è pure manesca. Non so più come fare. Però, oh, la canzone piace, meglio così. Lei sarà contenta ed eviterà di rompermi i coglioni per un po'.

6)Il primo pezzo dell'album, Snob, sembra voler essere un tuo autoritratto...
(J Ax) Snob è la mia dichiarazione. Dico chi sono per l'ennesima volta, così quelli che non lo sanno riescono a capire (immortale il ritornello: "Io non sono rock, io non sono hip hop, vendo troppi dischi per chi scrive sopra i blog. Sono un snob". nd[i]).
Pensavo che chi c'invitava ai party e voleva farsi vedere con noi lo faceva perché gli piacevamo. Quando ho capito che era solo perché avevamo successo è cambiato tutto e sono diventato uno snob.
Ovvero:
Oh, un sacco di gente ci leccava il culo, poi abbiamo smesso di essere di moda e il telefono non squillava più. Nessuno ci chiamava. Neanche Albertino.
Per cui potevo dire di essere diventato uno sfigato, ma snob è una parola che fa più scena.

7) Come descriveresti "Di Sana Pianta"?
(J Ax)
Non vedo l'ora che tutti mi definiscano un cantante pop. Se fossi tornato a fare rap avrei avuto tutte le copertine per me, ma non m'interessava. Io corro da solo e faccio il cazzo che mi pare. Ho composto tutto, dalla prima nota all'ultima parola. Il mio approccio è stato lo stesso che ho quando scrivo per gli Articolo31, solo che non mi sembrava giusto dichiare una cosa al 50% quando è mia al 99%,
Ovvero:
Cazzo, con 'sta moda del rap, potevo rimettermi a fare un disco hip hop pure io e svoltavo. Solo che sto disco l'ho finito tre anni fa e ho speso troppi soldi per mandare all'aria tutto e rifarlo da capo. Mannaggia. Rosico un botto, anche perché Fabri Fibra mi copia di brutto.
Comunque, ci tengo a dire una cosa "Di sana pianta" l'ho fatto tutto io. Senza neanche gli scratch di quel nano pelato che rovinavano le canzoni. Tiè.


16 Comments:

Anonymous subliminalpop said...

ahahaha - grasse risate.

Aggiungiamo a tutto questo un video imbarazzante, tanto è "tarantolato".

3:11 PM  
Anonymous Anonimo said...

my nigga colas - he be. Fu

3:34 PM  
Anonymous Anonimo said...

Tony Tammaro è il re!

3:36 PM  
Anonymous Felson said...

"Per cui potevo dire di essere diventato uno sfigato, ma snob è una parola che fa più scena".
Ti stimo tantissimo.

7:43 PM  
Anonymous sarak said...

Bel post di "traduzione".

O.T.:
ah... finalmente una radio in questo blog!

7:54 PM  
Blogger EmmeBi said...

Pensa a quanto cazzo rosica per il successo di Fabri Fibra.

12:16 AM  
Blogger Antonio said...

Clap clap clap.

9:21 AM  
Blogger sadpandas said...

Magistrale. Spaghetti Funk un par' di palle.

2:31 PM  
Blogger ebi said...

eh, si riconosce la mano del professionista :)

3:32 PM  
Blogger Angelo said...

ottima traduzione!

è già tanto se sto buffone non sia tornato a fare rap ora che altri buffoni come fibra e marcio stanno riscuotendo un po' di successo...

12:50 PM  
Anonymous Anonimo said...

ANGELO MA IN ITALIANO RIESCI A PARLARE ?!?! I VERBI LI SAI CONIUGARE ?! PARE DI NO...

MARCO

12:18 PM  
Anonymous Anonimo said...

raga se akkiapo a questo imbecile che ha scritto questo gli inserisco un virus nell pc vado a casa sua e gli spacco il collo e gli metto il kaxxo a posto della testa

4:01 PM  
Blogger colas said...

il kaxxo...

4:24 PM  
Anonymous Anonimo said...

povero scemo ke 6.........j ax è un grande e la tua è tutta invidia

5:36 PM  
Blogger colas said...

è vero. gli invidio la puzza delle ascelle

8:39 PM  
Anonymous Anonimo said...

Non diciamo minkiate!
J-Ax non è un venduto e d certo non va a mettersi i dread posticci per aderire ad una tendenza, e certamente non ha deciso di "svoltare" la sua musica per restare "a galla" nel panorama musicale come d'altronde rifiuto di credere,che dopo anni di amicizia e collaborazione con dj Jad,vada in giro a dire che campava di rendita e che addirittura rovinava le canzoni!

Io sono convinto che l'intervista sia stata ideata e stesa un po così "di sana pianta!" ergo è una grandissima cazzata!

7:37 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale