Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



mercoledì, gennaio 10, 2007

L'attesa al tempo di Internet (pare che si chiami "Neon Bible", dicono sarà il nuovo di Arcade Fire)



Questo non è un post sociologico.
Non è un'analisi di mercato, uno studio approfondito sulla comunicazione, un approfondimento sull'evoluzione del blog e dello "scrivere" di musica in rete e non solo.
Questo non è neanche un post nostalgico, l'esaltazione del "si stava meglio quando si stava peggio", la difesa del "bloggare de core" contro "il bloggare di testa".
Questo è un post che prova a fare ordine e ricostruire una vicenda.
Il tentativo di unire i puntini e vedere quale disegno finisce per uscire fuori.

Da ragazzino l'unico modo che avevo per conoscere con precisione la data di uscita di un disco era il boxino con le date delle uscite che si trovava nelle prime pagine di Rumore.
Dopo averlo letto cominciava un balletto greco con il negoziante fatto di richieste incessanti, telefonate e incursioni in negozio stile "Desert Storm".
Il tutto solo per riuscire a mettere le mani sull'album in questione nel giorno esatto della sua uscita.
E' che all'epoca la musica, le canzoni, le band, erano circondate da una strana coltre di mistero, una sorta di "morettismo" applicato alla discografia, che faceva in modo che si arrivasse al "fatidico primo ascolto" praticamente vergini. Appagati solo in parte dalle piccole anteprime che erano concesse dalle radio e dalle TV.
Internet ha cambiato tutto: da Napster in poi ci siamo tutti trasformati pian piano in imitazioni in scala dei cercatori d'oro del Klondike. Dei paperoni in cerca della loro "numero uno" in forma di singolo, promo ed advance.
Ripeto: niente di male, anzi.
Quello che sorprende è come in contrapposizione all'ottusità dilagante di molte case discografiche, quelle per cui Internet è ancora il nemico, il King Kong da abbattere prima che si arrampichi sul grattacielo, qualcuno stia cominciando a capire il modo di esaltare e puntare proprio sulla mania della scoperta che anima molti dei fruitori abituali di un certo tipo di musica.
Infatti: alla vigilia di Natale si diffonde sui blog una nuova canzone degli Arcade Fire.
Si chiama Intervention, ed è un mp3 "catturato" dalla programmazione di una radio inglese.
La qualità del file è bassa, ma la canzone rivela un nuovo album del gruppo canadese all'orizzonte e dà il via alla psicosi.
Più o meno in contemporanea, viene lanciato un sito: Neon Bible.
Non rivela molto, se non che il disco si chiamerà così.
La curiosità aumenta.
Intervention viene ripresa e linkata ovunque.
Spuntano dal nulla vecchi demo della band, brani tratti dal primo E.P.
Improvvisamente tutti, ma veramente tutti, parlano di nuovo degli Arcade Fire.
Esattamente come due anni fa.
Pochi giorni dopo viene diffusa una nuova canzone, anche qui la qualità dell'audio è molto bassa, ma il pezzo fa il suo lavoro. Si chiama Black Wave /Bad Vibrations.
Sta su per pochissimo tempo e poi viene fatta rimuovere.

La svolta arriva alla fine della scorsa settimana: sul sito ufficiale del gruppo, nella sezione Win's Scrapbook, appare una nuova canzone. Black Mirror, il primo singolo ufficiale di "Neon Bible".
Ad accompagnare il tutto uno spot, inquietante quanto geniale, che ancora una volta riesce ad aumentare a dismisura la curiosità.
Ed arriva la conferma: il disco uscirà il 5 marzo.
Quel giorno, a Dublino, inizierà anche il tour europeo della band.
Ovviamente non ci sono date in Italia.
Evvabbè. Cambia poco: se non è un piano per la conquista del mondo questo, poco ci manca.

Ascolta:
Arcade Fire - Intervention (Album version, 320k!)

Arcade Fire - Black Wave/Bad Vibrations
Arcade Fire - Black Mirror

9 Comments:

Anonymous Anonimo said...

(maxcar Alfredo Giuseppe Maria, per la precisione)

Intervetion era a qualità bassa perchè registrata dagli streaming delle radio che avevano ricevuto il promo (BBC in primis).

Black Wave/Bad Vibrations è stata venduta per un giorno su iTunes al posto di Intervention. La già nota Intervention doveva essere venduta lì per devolvere i proventi a una qualche fondazione, ma (pare che) i dipendenti dell'etichetta abbiano uploadato per sbagliio la traccia sbagliata. I blogger diffondono la canzone, gli Arcade Fire comunicano via internet che c'è stato uno sbaglio, i blogger raccontano la storia, gli Arcade Fire sono di nuovo ovunque sull'indie-internet. Nel comunicato di cui sopra gli Arcade Fire """rivelano""" anche che hanno scelto le tracce per il disco postando centinaia di tracce su myspace e scegliendo le preferite dai commentatori (risatone, nessuno ci crede).

Ad aggiungere carne al fuoco, eh. sia beata l'internèt

12:19 AM  
Anonymous stillpoint said...

questa è la tracklist

1. Black Mirror
2. Keep The Car Running
3. Neon Bible
4. Intervention
5. Black Wave Bad Vibrations
6. Ocean of Noise
7. The Well & The Lighthouse
8. (Antichrist Television Blues)
9. Windowsill
10. No Cars Go
11. My Body is a Cage

hanno realizzato uno dei più bei dischi degli ultimi anni, ascoltando i brani anche questo secondo album minaccia di essere grande, il tutto senza essersi fatti schiacciare da nessuno, al contrario.
sanno usare il mezzo/rete, e producono contenuti di alto livello. nuovi eroi?

9:58 AM  
Anonymous Anonimo said...

Ottimi i pezzi nuovi: soprattuto black mirror.
Sono curiosissimo.
c.

10:54 AM  
Anonymous sarak said...

IO AMO GLI ARCADE FIRE.
L'album più atteso dell'anno, sto già in godimento.
Così come godo a pensare che in Cantina a Frosinone ci saranno Cyann & Ben in concerto ad aprile...
Tanta roba.

Internet: al cinema successe già il panico con la famigerata Strega di Blair! Lì si capì tutto: chi ci si mette d'impegno sfonda con spese equivalenti a zero o quasi.

2:18 PM  
Anonymous valido said...

In realtà quei vigliacchi passano a Londra già a fine mese. Ben cinque date, tutte già esaurite prima che si facesse in tempo a dire "fire!". Se passano all'Estragon ditemi qualcosa che faccio prima a venire lì...

11:51 PM  
Blogger magomarcelo said...

mmm, eppure questa "black mirror" a me pare una cover di hello dolly... comunque sarebbe un gran regalo un loro tour da queste parti per il nuovo disco, quasi quanto la correzione del charset di questo weblog, nutro speranza per entrambi ;)

2:25 AM  
Blogger colas said...

Eh Sarak, per non parlare delle nuove puntate di 24 finite online prima ancora della messa in onda...

Magomarcelo: a questo weblog non è che interessi poi moltissimo l'avere o no un buon charset.
:)

4:23 AM  
Blogger magomarcelo said...

sono noioso lo so, ma fa parte della campagna 2007 per la minoranza mac, più charset corretti per tutti! inutile dire che da queste parti poi il tuo weblog lo si ama lo stesso, charset o meno, anche se... ;)

2:43 PM  
Anonymous Anonimo said...

neon bible..sembra veramente al primo ascolto uno dei dischi migliori degli anni 2000.
senza parole.
jc

1:00 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale