Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



giovedì, giugno 21, 2007

Un giorno, una canzone/2 (solo per sentirmi dire: "Non ce la farai mai")

The National - Fake Empire



Ci vuole coraggio ad aprire un disco con un pezzo così. Coraggio ed anche un po' di follia.
Che dopo un pezzo così devi minimo minimo spaccare le montagne, aprire in due il mar rosso, moltiplicare i pani e i pesci, morire e poi risorgere.

"The Boxer" non fa niente di tutto questo, ma rischia seriamente di finire tra i primi dischi dell'anno.
Categoria: album che gli Interpol dovrebbero fare e non faranno mai.
Fortunatamente ci sono già i National

8 Comments:

Anonymous kekkoz said...

secondo me è pure il pezzo più bello del disco (persino più di mistaken for strangers, aka singolone?) (eccome se sì).
personalmente mi strappa le viscere.

12:08 PM  
Anonymous LucaMarja said...

Ho capito come gira da queste parti, BruSprìngsti proietta la sua ombra lunga e gli arpeggi ammaliano più del tiro pixioso degli Interpol. Sentite ieri quattro tracce di "Our love to admire", rispetto a "The National" ci perde solo nella copertina, tutt'altra classe va ammesso. Ma gl'Interpolli, gl'Interpolli...

12:29 PM  
Anonymous nin-com-pop said...

a metà anno è il mio disco dell'anno. senza esitazioni.

1:08 PM  
Anonymous blixa said...

davvero un gran disco!
gli interpol ne han da fare, di strada...

blixa

2:13 PM  
Anonymous Anonimo said...

lasciate in pace gli interpol, che 5 anni fa gli sbavavate dietro.
anzi, 5 anni fa ascoltavate cristina d'avena.
altrimenti vi torturo con una lirica di paul banks.
detto questo, fake empire è un pezzo che mette i brividi; mi piacerebbe mettessero mistaken in pista: ma son cose che fanno solo a bologna certi pii boggerdjs.forse nemmeno.
a milano nei posti ggiusti mettono solo ora i CYHSY: sì, quelli del 2005, pero'.

2:53 PM  
Anonymous boss said...

opinione personalissima: il disco dei national è un signor disco (tra i top del 2007). però il primo degli interpol è proprio di un altro pianeta.

4:39 PM  
Anonymous Anonimo said...

concordo con il bosso
quando ho sentito turn... ho pensato: c'è un prima e un dopo.
e sono quindi andato al Concerto al Rolling Stone del 1 novembre 2002.

5:58 PM  
Blogger maelstrom said...

Gran disco, davvero.

Specialmente Green gloves e Slow show.

Ma anche l'incipit, da spezzarti il fiato.

Buon Interpol a tutti.

9:47 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale