Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



lunedì, luglio 09, 2007

Un giorno, una canzone/20 (mattoni che sembrano carezze)

Tunng - Bricks



Io non amo molto fare quello che si autospompina.
Non sono Ron Jeremy e anche se un po' ci assomiglio non ho intenzione di far mia la sua più nota peculiarità. Non mi piace, non è il mio stile.
Però c'è una cosa di cui vado parecchio orgoglioso, una cosa di cui non frega a nessuno, una cosa piccola piccola ma che per me è importante.

Sono stato il primo in Italia a recensire ufficialmente, su carta, un disco dei Tunng.
E non perché possegga chissà quale fiuto di talent scout, affatto. Semplicemente: è capitato.
Non avevano ancora una distribuzione, ma grazie ad un loro amico erano riusciti a far arrivare un disco ed un EP qui da noi. Destinazione: mailbox LosingToday.
Non avevano copie promo in avanzo e non volevano mandare un cd-r. Per cui il patto era questo: l'amico dei Tunng spedisce le sue due copie personali, io le ascolto, le tengo tutto il tempo che voglio e poi le rimando indietro.
Una cosa che non mi era mai successa prima e mai più è successa dopo.

Sta di fatto che da quel Natale 2004 ad oggi sono successe un po' di cose.
La band "esce" regolarmente anche qui da noi, ha un suo seguito, e viene spesso in tour.
Lo scorso novembre, in un piccolo teatro di Frosinone, ci siamo finalmente stretti la mano.
Finalmente ho il loro primo album. E non devo rimandarlo indietro.

"Good Arrows" esce alla fine d'agosto. E la prima cosa che si nota, impossibile non accorgersene, è l'esplosione di colori sulla copertina.
Come se gli schizzi a matita dei due album precedenti fossero stati finalmente riempiti.
La tavolozza è sempre la stessa: un po' folk, un po' freak, elettronica e giocattoli.
C'è più luce però. Una luce nuova, diversa ed accecante.
Bricks è il primo singolo. E non è difficile immaginare il perché.

5 Comments:

Blogger Federico said...

non vorrei costringerti ad ulteriori autoincensamenti... ma è successo qualcosa di simile anche con i Cloud Cult?

6:37 PM  
Anonymous Anonimo said...

Ottima canzone

9:59 AM  
Anonymous Anonimo said...

[Caxxeggio mode: ON]
E a me m'hanno detto che so' stylish. Tiè! ;D
[Caxxeggio mode: OFF]

[Stupore mode: ON]
Pienissimo di luce.
Discone.
[Stupore mode: OFF]



(certo pure quello dei Figurines..)


Please Don't Go Sad, Pandas

10:17 AM  
Anonymous Frantza said...

Non so perchè,ma ho sempre problemi coi download da questo blog.

10:24 PM  
Anonymous Anonimo said...

Frantza, manda una mail ai sadpandas




Please Don't Go Sad, Pandas

10:22 AM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale