Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



lunedì, ottobre 15, 2007

La teoria degli opposti



L'ultima follia di Paolo Benvegnù è un tour in condominio con Massimo Del Papa.
Esatto, proprio quel Massimo Del Papa che scrive di politica ed attualità sul Mucchio Selvaggio.
Una specie di Travaglio in penombra, uno i cui articoli vorrebbero provocare e far indignare, ma che spesso riescono solamente ad annoiare. Uno che riesce ad essere qualunquista pur essendo estremamente contrario ad ogni forma di qualunquismo.
Ammetto di essere un po' scettico nei suoi confronti, ma anche di aver provato una strana sensazione dopo averlo visto salire sul palco.
Del Papa è un uomo in perenne lotta con se stesso, la sua fisicità nervosa ed irrequieta finisce irrimediabilmente per scontrarsi con la forte emotività ed umanità che traspare dalle cose che scrive e racconta. Una profonda distonia tra il giornalista e l'uomo che s'improvvisa poeta davanti ad una folla di fumatori e bevitori.
Tanto rigoroso, chiuso e marmoreo, il primo, tanto fragile ed allo stesso tempo prorompente, il secondo. E poco importa se le cose che recita riescono ad essere convincenti solo per metà, la forza con cui si pone è talmente evidente che si fa fatica a staccargli gli occhi di dosso.

Paolo è sempre Paolo. Sul palco è alla destra di Del Papa e viene completamente ignorato dall'illuminazione. Ma non importa. Riesce ad essere la solita esplosione di colori anche senza la luce dei faretti. I due si rimpallano a vicenda, improvvisando: un racconto per una canzone. Con Paolo intento a creare loop ed atmosfere con la sua chitarra elettrica, seduto, e che si alza in piedi ogni qual volta arriva il momento di cantare.
Anche questa serata, così fuori dai canoni e bizzarra, rientra nel mini tour promozionale di "14-19", il nuovo EP (autoprodotto) di Benvegnù, in compagnia della solita truppa di musicisti, in uscita prevista nelle prossime settimane. Antipasto di un album che dovrebbe arrivare nel 2008. Se tutto va come deve andare. E con Paolo va sempre in un altro modo.
Dal vivo, solo con elettrica ed effetti, alterna canzoni vecchie e nuove (anche una cover di Modugno con testo di Pasolini), suona con trasporto e quando il chiacchiericcio di quelli capitati lì per caso diventa troppo forte, sgancia la cinta della Yamaha, prende l'acustica e va a finire il pezzo appena cominciato mettendosi a suonare davanti al bancone del bar. Proprio dove gli altri stanno ridendo, chiacchierando ed urlando. Li azzittisce così, poi torna indietro e si siede.
Del Papa, in chiusura di serata, si autodefinisce disadattato, Paolo risponde con un grugnito ("Per citare le parole di Bossi nel suo ultimo comizio"). I due si abbracciano e vanno a fumare, così diversi e lontani, eppure così vicini ed uguali.

9 Comments:

Anonymous Coseacaso said...

Sinceramente Del Papa non l'ho mai apprezzato. Ne "live" ne sul Mucchio. Un Travaglio che non si fila nessuno...che punta il dito contro tutto e tutti, ma in quelle stesse categorie spesso ci rientra pure lui. Annoia e ammorba con i suoi sermoni che di originale e vero hanno ben poco.

12:32 PM  
Blogger colas said...

non l'ho mai apprezzato neanche io. Notavo solo la diversità di percezione e il modo di porsi che cambia radicalmente da quello che traspare dai suoi articoli.
Però ieri è stata una serata piacevole

12:33 PM  
Anonymous Frantza said...

Non ho mai letto nessun articolo di Del Papa, il Mucchio non mi è mai piaciuto proprio perchè tenta di infilare la politica in ogni dove.

3:04 PM  
Blogger colas said...

L'errore secondo me sta nel ritenere il Mucchio solo una testata musicale.
Non è così da un pezzo e ci sta che parlino d'altro.
Il problema non è il perché è il come ne parlano, che spesso è discutibile.
Comunque: questo era un post su Paolo Benvegnù e il suo nuovo EP
:D

3:37 PM  
Blogger colas said...

ad onor di cronaca:
http://www.ilmucchio.it/contents.php?sezione=altro&id=183

6:41 PM  
Anonymous Anonimo said...

Metto per un attimo da parte il testo spocchioso, barricadero fuori tempo massimo e cerchiobottista a oltranza. Personalmente credo che, chi utilizza ancora immagini come quella associata al proclama che hai linkato, farebbe una figura migliore dietro i banchi di una classe di terza media.

Detto questo, speriamo che il nuovo disco di Paolo arrivi presto, ché a questo mondo c'è bisogno di testa, idee e cuore, non di qualunquismo arrogante.


PleaseDon'tGoSad, Pandas

1:52 PM  
Anonymous Massimo said...

Mi dispiace, ma non condivido uan sola parola che hai scritto contro Del Papa.
Mi piaceva fartelo sapere.
Massimo

12:09 PM  
Blogger colas said...

Ognuno ha le sue opinioni.
Mi dispiace solamente che non si sia capito il senso di questo post.
Del Papa non mi è mai piaciuto, ma sono rimasto colpito dalla sua personalità ed umanità dopo averlo visto nel reading.

12:20 PM  
Anonymous Massimo said...

dopo quasi 4 anni rivedo la mia posizione su Del papa...mi ero sbagliato ed avevi ragione tu. MI faceva piacere fartelo sapere.

2:22 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale