Primavera Sound 2005 Report (LT 07 Preview)
Stephen Malkmus - Home Alone (LT 06)
Adam Green - American Idol (LT 05)
Low... forever changes (LT 05)
Revisionismi: J Mascis - Martin And Me (LT 05)
Sono un ribelle, mamma (Write Up n.2)
Tra le pareti (www.julieshaircut.com)
Broken Social Scene: all in the family (LT04)
Revisionismi:Weezer-Pinkerton (LT04)
Le parole che non ti ho detto (MarieClaire feb 05)
Revisionismi: Scisma-Armstrong (LT03)
Meg: essenza multiforme (LT03)
Greg Dulli e Manuel Agnelli: Matrimonio all'italiana (LT03)
American Music Club e R.E.M.- Once were warriors (LT03)
La lunga estate dei folletti (LT02)
Not tomorrow!No manana!Today! (LT02)
Blonde Redhead sulle ali della farfalla (LT01)
Oltre la traversa (Il Mucchio Selvaggio 2002/2003)


Weeds



giovedì, marzo 29, 2007

Blackology (guida sragionata al Frank Black solista. L'update che non ti aspetti)



C'è una scena in LoudQuietLoud, il documentario sulla reunion dei Pixies, che più di ogni altra fotografa il personaggio FrankBlackFrancis e "spiega"la persona Charles Michael Kittridge Thompson IV.
Ci sono i Pixies, tutti insieme, nel backstage della London Brixton Academy. E' la prima di quattro date in quel di Londra. Tutte sold out. Il gruppo è teso, ma non è una novità.
Finalmente arriva il momento di iniziare il soudcheck. I roadie hanno appena finito di montare il palco ed i quattro Pixies a turno cominciano a provare gli strumenti.
Inizia la batteria: "David dammi un po' di cassa.", thump.
E poi il rullante, il timpano, i piatti e tocca a Kim Deal.
"Prima il pulito". Eccolo. Poi il distorto.
FrankBlackFrancis, nel frattempo, è impegnato a lottare contro il nervosimo.
Deve aspettare ancora un po' prima che arrivi il suo turno, ma non ce la fa.
Di botto si gira e prende la porta del locale. La telecamera lo segue.
FrankBlackFrancis arriva in strada. Indossa una t-shirt e dei bermuda al ginocchio. La gente lo riconosce. Qualcuno lo ferma. Lui stringe la mano distrattamente e continua ad andare dritto verso la meta: lo sleeping bus dei Pixies. Qui si fa aprire ed una volta dentro cerca di raggiungere la "zona sonno". Si spoglia. Tira fuori l'iPod. Indossa le cuffie. Si sdraia sul letto e comincia a ripetere: "Sono una buona persona. E' normale che la gente voglia passare del tempo con me. Perché sono una buona persona ed ho del talento. Io ho del talento..." e così via.
Fino a perdere coscienza.

FrankBlackFrancis ha del talento. E non serve certo che lo dica io. Ed è inquieto.
Inquieto al punto di non accontentarsi mai (o non piacersi mai).
Funge da prova la folle corsa dei 5 dischi in 5 anni che il nostro ha fatto uscire dal 2003 ad oggi.
L'ultimo album cattolico ("Show me Your Tears"), la ritinteggiatura delle canzoni dei Pixies fatte con i Two Pale Boys ("FranckBlackFrancis"), il viaggio verso Nashville con soste prolungate nel country e nel soul ("Honeycomb" e "Fastman, Raiderman") e la raccolta live con inediti mascherata da regalo di Natale only for fans ("Christmass", appunto).
Cinque (sarebbe più corretto dire quattro) visioni differenti di un percorso uguale. Un continuo rimpallarsi in dimensioni parallele in cui solo una piccola parte della realtà viene alteratà . Una parte piccola ma decisiva.
Fino ad arrivare all'oggi. Con i fan più accaniti dei Pixies che con il coltello tra i denti attendono una scelta definitva (o un nuovo album o muerte) e Frank Black che ancora una volta si diverte a sorprendere.
Partiamo dall'inizio: agli inizi di febbraio, sul suo forum semiufficiale cominciano ad apparire dei messaggi lasciati da Sua Rotondità in persona. I messaggi sono a tratti incomprensibili, tant'è che si pensa siano stati scritti inglese per poi essere tradotti in tedesco con il traduttore automatico di Google e ancora una volta ritradotti in inglese.
Di molti non si capisce il senso, ma l'ultimo parla chiaro e fa rimerimento ad un nuovo album chiamato "Bluefinger" ed intestato a Black Francis (già).
Non si sa molto di questo nuovo lavoro, se non che vede alla prosuzione tale Mark (senza cognome) e nella line up con Black, un bassista ed un batterista. Alla seconda voce Violet. Che sta per Violet Clark. Che sta per la donna con cui Frank Black ha fatto due figli ereditandone altri due. La sua compagna, insomma.

Si dice che "Bluefinger" dovrebbe uscire entro la fine del 2007, ma si dice anche che potrebbe non uscire mai. Resta il fatto che da un po' di giorni l'album è tranquillamente reperibile online (nei soliti canali illegali). Ed è, senza rischiare di esagarare, uno dei migliori dischi del Black solista.
In assoluto. Siamo dalle parti del primo omonimo e di "Teenager of the Year".
Canzoni tirate (power pop si diceva una volta), essenziali nei loro arrangiamenti basso, chitarra, batteria. Così lontane dal formalismo di "Honeycomb" e "Fastman, Raiderman". Non cercano la perfezione, ma preferiscono puntare sull'istintività.
Per non parlare dei testi, surreali, ironici e terrificanti.
Testi scritti da Black Francis. Forse.
Gira infatti la voce che molte di queste canzoni non siano altro che un tributo ad Herman Brood, un artista olandese morto nel 2001 dopo anni di abusi di ogni genere e sostanza.
L'unica cosa certa è la presenza di una cover (You Can't Break a Heart and Have it), ma l'album intero è pieno di riferimenti all'Olanda e all'opera di questa specie di punk rocker tulipano. Mah, lo scopriremo solo vivendo.
L'unica certezza è che, in concreto, la cosa più importante generata dalla reunion dei Pixies è stata l'opportunità di ritrovarsi nelle mani e nelle orecchie i dischi solisti di un FrankBlackFrancis molto in forma. E meno male. Nonostante (e forse "grazie") il "training autogeno".

Guarda: lo pseudo video di Threshold Apprehension.
Ascolta: You Can't Break a Heart and Have it.
Angels Come to Confort you

Del fatidico nuovo album dei Pixies ormai non se ne parla quasi più, ma è stata annunciata l'uscita di un tributo ("Dig for Fire") con Mogwai, Dinosaur Jr, Ok Go, They Might Be Giants ed altri.
Staremo a vedere.

3 Comments:

Anonymous Anonimo said...

evviva!

7:29 PM  
Blogger la nutria said...

grande post per un grande album (va mò là!). paolo

9:31 AM  
Blogger Please Dont' Go said...

ehehe sì. grande album confermo.

3:35 PM  

Posta un commento

<< Home

Powered by Blogger



My Feed by Atom
My Feed by RSS


Mp3 and video links posted on this site are for evaluation purposes only. If you like them, buy the CDs and support the artists. Questo blog non rappresenta alcuna testata giornalistica. Anzi, non rappresenta proprio un cazzo.

webmastra: vale